top of page

Aggiornamento tariffe 2023: tornano gli oneri generali di sistema da BTA6


Annullati gli oneri di sistema elettrico solo sulle utenze domestiche e quelle non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW, da BTA6 in su ripristinati gli oneri generali di sistema, inoltre il dispacciamento (PD) cresce dello 0,4%, le tariffe di trasporto distribuzione e misura, rincaro contenuto del 0,3% e per la Maggior Tutela la perequazione (PPE) aumenta del 3,2%;


Rifinanziamento fino al 30 marzo 2023 del credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale, che passa dal 30 al 35 per cento ad esempio per bar, ristoranti ed esercizi commerciali, mentre per le imprese energivore e gasivore sale dal 40 al 45 per cento;


Confermata l’Iva al 5% per le somministrazioni di gas metano usato per combustione per usi civili e industriali.


La strada maestra è sempre e solo quella delle rinnovabili di fatto il FVG investe 155 Milioni di Euro: fotovoltaico, idrogeno e comunità energetiche, è la strategia seguita in materia di energia dalla regione Friuli Venezia Giulia, che punta a raggiungere la neutralità entro il 2045, ossia almeno cinque anni prima rispetto agli obiettivi europei;


Per il 2023 l’attenzione è tutta rivolta sul fotovoltaico: sul tavolo ci sono 155 milioni di euro, 100 milioni destinati alle abitazioni: l’ecobonus regionale, prevede un abbattimento dei costi per i lavori di efficientamento energetico nelle abitazioni principali, nelle seconde case e nei condomini e sarà un provvedimento retroattivo per tutti i lavori effettuati dallo scorso primo novembre, si attende ora il regolamento attuativo. E' atteso invece per febbraio, il bando destinato alle imprese manifatturiere e del terziario: la dotazione finanziaria è pari a 55 milioni di euro. Anche questi fondi serviranno a supportare la transizione energetica, limitando i costi di installazione degli impianti per le imprese che scelgono di puntare sul fotovoltaico;


C’è poi il capitolo idrogeno. che potrebbe diventare realtà entro i prossimi sei anni, con quattro o cinque stabilimenti nelle zone industriali delle province di Udine e Trieste;


Ammontano inoltre a 11 milioni di euro le dotazioni previste a favore di comunità energetiche e gruppi di autoconsumo e sono già parecchie le domande presentate.


Come sempre per informazione su progettazione e realizzazione impianti e su Comunità Energetiche scrivi a: info@consulenzeenergetiche.eu









104 visualizzazioni0 commenti

Kommentarer


bottom of page