top of page

Decreto Parco Agrisolare PNRR pubblicato in GAZZETTA UFFICIALE.


Il Decreto del MiPAAF contenente gli interventi da finanziare per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale è stato pubblicato nella GU del 28 giugno 2022.


I punti salienti del decreto sono:

  • gli impianti fotovoltaici sono ammissibili agli aiuti unicamente se l'obiettivo è quello di soddisfare il fabbisogno energetico dell'azienda;

  • si intende selezionare e finanziare progetti che prevedono l'acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati strumentali all'attività dei soggetti beneficiari, ivi compresi quelli destinati alla ricezione ed ospitalità nell'ambito dell'attività agrituristica;

  • rimozione e smaltimento dell'amianto (o, se del caso, dell'eternit);

  • per gli anni dal 2022 al 2026 le risorse ammontano a 1.500 milioni di euro;

Sono soggetti beneficiari:

  • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;

  • imprese agroindustriali;

  • le cooperative agricole.

  • Gli interventi ammissibili all'agevolazione, da realizzare sui tetti di fabbricati strumentali all'attività agricola, zootecnica e agroindustriale, devono prevedere l'installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp;

  • Sono considerate ammissibili, ove effettivamente sostenute e comprovate, le seguenti spese:

    • acquisto e posa di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, ulteriori componenti di impianto;

    • sistemi di accumulo;

    • fornitura e posa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi;

    • costi di connessione alla rete;

    • fino a un limite massimo di euro 1.500/kWp per l'installazione dei pannelli fotovoltaici, anche in considerazione delle dimensioni complessive dell'impianto da realizzare e delle correlate economie di scala, e fino ad ulteriori euro 1.000/kWh ove siano installati anche sistemi di accumulo. In ogni caso, il contributo complessivo corrisposto per i sistemi di accumulo non può eccedere euro 50.000. Qualora siano installate colonnine di ricarica elettrica per la mobilita' sostenibile e per le macchine agricole, potrà essere riconosciuta, in aggiunta ai massimali su indicati, una spesa fino ad un limite massimo ammissibile pari a euro 1.000/Kw a colonnina.

I nostri consulenti sono in grado di gestire le pratiche necessarie e propedeutiche alla richiesta e lo sviluppo della domanda di contributo.


Se sei del settore scrivici senza impegno su: info@consulenzeenergetiche.eu


Oppure scrivi nel form di richiesta: https://www.consulenzeenergetiche.eu/contatti



25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page